carneg

Agnello al vino bianco con gallette di patate

Ingredienti

  • 1 coscia di agnellino ruspante
  • 1 spicchio di aglio
  • 4 patate
  • peperoncino
  • vino bianco amabile da cucina buono
  • cognac
  • burro e olio extravergine di oliva
  • sale
  • rametti di timo fresco

Procedimento

Far sigillare in una padella molto calda con burro e olio i pezzi di agnello a fiamma molto viva, quando è ben dorato irrorare con vino bianco, meglio se caldo, aggiungere l’aglio e il peperoncino. Abbassare il fuoco, incoperchiare e proseguire per circa un’ora avendo cura di aggiungere vino se necessita. Salare a metà cottura. NB: l’agnello non vuole essere bagnato né da acqua né da brodo. Usare solo vino. Verso la fine della cottura fiammeggiare con del cognac, lasciar evaporare senza coperchio l’eccesso di liquidi e spegnere il fuoco. L’agnello è più buono se fatto il giorno prima o al mattino per la sera, il riposo lo renderà ulteriormente tenero. Per le gallette di patate, con una grattugia ridurre a julienne le patate lavate e pelate. Non mettere le patate una volta tagliate in acqua, perderebbero l’amido che farà da collante. In una pentola antiaderente, con poco olio, fare delle gallette di patate e aspettare che dorino da un lato e girarle finendo la cottura dell’altro lato. Salare leggermente solo alla fine. Nel piatto mettere al centro una galletta di patate, disporvi sopra l’agnello con un poco del suo sugo, guarnire con rametti di timo e un filo di olio crudo. Servire.