Lo Psicologo ai fornelli

Musica

Musica

WELCOME BACK – Sindrome da rientro

Ebbene sì, è tempo di rifare i bagagli, tornare a casa, riprendere il lavoro, la scuola e gli impegni quotidiani che ci vedranno impegnati per i prossimi mesi a venire.

La ripresa delle attività post-vacanza non è mai semplice per nessuno, ma per qualcuno può addirittura essere un vero e proprio “shock” con conseguente stato di agitazione, ansia, nervosismo, senso continuo di affaticamento, svogliatezza, preoccupazione e talvolta abbassamento dell’umore. Durante i primi giorni possiamo anche riscontrare dei sintomi psico-fisici come sonno disturbato, ipersudorazione, tachicardia, stanchezza, emicrania e problemi con l’alimentazione.

Tutto questo se rimane entro certi limiti temporali è assolutamente normale, in quanto riprendere le proprie attività, i ritmi e le responsabilità che erano state messe in “stand-by” richiede un forte dispendio di energie sia fisiche che psicologiche.

In molti casi quando vi è un calo dell’umore o  una situazione che ci crea uno stato di stress tendiamo a rifugiarci nel cibo. Non sempre questo comportamento è errato in quanto esistono  alimenti antidepressivi che sono un ottimo punto di partenza tra i rimedi naturali; essi agiscono non solo sul benessere fisico ma anche su quello psichico. Ad esempio, quasi tutti noi riconosciamo l’effetto “terapeutico” di un pezzo di cioccolato, ma esistono anche altri alimenti che possono migliorare il nostro stato d”animo.

Purtroppo però non sempre questi alimenti sono conosciuti e riconosciuti per i loro benefici quindi tendiamo a rivolgere la nostra attenzione verso prodotti che non fanno altro che danneggiare il nostro benessere psico-fisico.

Quindi, come combattere questo malessere post-vacanza?

Innanzitutto cercare di sfruttare al massimo le ultime giornate di sole estivo: la luce solare naturale è una cura provata; fare esercizio fisico regolare in quanto altera la biochimica del cervello in senso positivo; seguire una “dieta antidepressiva”.

Partiamo dai cibi da evitare. Molti li conoscerete già ma sicuramente un breve ripasso prima dell’inizio del nuovo anno non può che giovare.

Evitare tutto ciò che ha un elevato contenuto di zuccheri e grassi. Questi cibi, nonostante possano darci l’illusione di essere la cura più efficace e rapida non lo sono assolutamente, in quanto dopo un iniziale e apparente senso di benessere, in una immediata seconda fase, non fanno altro che contribuire al nostro abbassamento di umore.

Sono quindi banditi (i consumi eccessivi di) dolci e torte, cereali zuccherati, merendine e snack per quanto riguarda il versante dolce; mentre per quanto riguarda i cibi salati, tutto ciò che offrono i vari fast food, cibi fritti, snack salati, patatine, sono anch’essi parte della nostra black list per combattere la nostra sindrome da rientro. Infine, le bibite gassate, gli alcolici, un consumo eccessivo di caffeina e la nicotina, per quanto ritenuti erroneamente “terapeutici”, sono banditi dal nostro regime alimentare di benessere.

Appuntamento al prossimo mese per i cibi che stimolano il nostro umore!