Monografia - Zucca

Monografia - Zucca

Monografia - Zucca

Ottobre è sicuramente il mese della zucca soprattutto ormai che da diversi anni, la tradizione americana di trasformare le zucche in maschere inquietanti per la festa di Halloween, è diventata anche un po’ la nostra e, a partire da Ottobre, le tavole degli italiani si imbandiscono di pietanze a base di zucca.

Con il termine zucca vengono identificati i frutti di diverse piante appartenenti alla famiglia delle Cucurbitaceae. E’ una pianta proveniente dalle Americhe dove veniva coltivata già millenni di anni fa.  Il periodo di raccolta in Italia va da settembre a tutto novembre.

Della zucca si consuma tutto e non si spreca nulla: oltre alla polpa di zucca, si mangiano anche i semi che tostati diventano un ottimo snack e dai semi si può ricavare un olio che può essere utilizzato a crudo in cucina o in cosmesi grazie alle proprietà emollienti e lenitive. La zucca è molto versatile in cucina: si consuma addirittura cruda in modo che il contenuto vitaminico rimanga intatto, al forno, al vapore, nel risotto o nelle minestre, stufata o fritta. La sua polpa cotta e frullata può essere un ingrediente nella preparazione di pane casereccio, che assumerà il tipico color arancio.

Sapete perché si intagliano le zucche per Halloween? Una leggenda irlandese narra di un uomo di nome jack che avrebbe fatto un patto col diavolo, al quale avrebbe pagato l'anima per avere i suoi desideri realizzati, ma egli riuscì a gabbare il diavolo e per questo, durante la festa di Halloween, si usa esporre le zucche con la candela accesa per ricordare al diavolo che non gli si deve nessuna anima.

La zucca è fonte di fibre minerali (tra cui spiccano calcio, fosforo, potassio, zinco, selenio e magnesio) e vitamine, in particolare del betacarotene, precursore della Vitamina A, noto per le sue eccellenti doti antiossidanti, della Vitamina B (B1, B2, B3, B5 e B6) e della Vitamina C.