Alimentazione

Alimentazione

Alimentazione

Sulla nostra tavola non possono mancare gli agrumi, i kiwi, le mele, i cavoli, i finocchi, le carote e l’insalata; le zuppe possono essere composte con cereali, legumi e verdure per avere un mix equilibrato, naturalmente bisogna prediligere gli ortaggi di stagione, anche se è bene seguire una regola aurea, che è quella di inserire verdure di colore diverso per avere maggiori sostanze nutritive.

Alcuni ortaggi da non dimenticare nelle zuppe:

Il cavolo
Il cavolo nero, presente in maniera importante nella cucina toscana, è una varietà di cavolo, privo della gemma centrale, caratterizzato da foglie di colore verde scuro, divise fra loro, con una superficie “bollosa”.
In cucina si possono usare le foglie, private dello stelo per fare un minestrone saporito; e risultano particolarmente gustose e croccanti se sono colpite da una gelata durante l'inverno.

I porri
I porri appartengono alla famiglia delle cipolle, ma sono più “dolci”, possono essere degustati cotti o crudi, ma danno il meglio del loro sapore, se vengono messi in zuppe o stufati.
Un accenno particolare va al porro di Cervere, che prende il nome dalla zona di coltivazione; questi terreni di Cervere hanno caratteristiche particolari, e il porro grazie alle caratteristiche del terreno acquista un sapore dolce, gradevole al palato e lo rendono anche più digeribile.
L’apporto calorico del Porro è modesto: 100 gr. di porro edibile forniscono 25 - 30 calorie. Si può quasi dire che il porro mantiene snelli!

E per concludere, non dimentichiamoci della frutta secca:
E’ sicuramente stata presente sulle nostre tavole durante le feste, ed è un modo intelligente per consumare frutta nei periodi invernali.
La frutta secca è un’ottima fonte di nutrimento, oltre ad essere una fonte di fibre, che aiutano a limitare l’assorbimento del colesterolo; inoltre  essendo ricca di omega 3 e omega 6, aumenta i livelli di grassi “buoni” nel sangue. 

E ancora nel cesto delle verdure e della frutta, non dimenticate: